Vie d’arrampicata

Prenotazioni guide alpine in Dolomiti

Climbing

Massiccio Sella

Vie situate nel poderoso castello lunare del Massiccio Sella (m.3.151) che sorge alla destra orografica della Val di Fassa.

Gruppo del Sassolungo

 Le montagne qui attorno, hanno come caratteristiche morfologiche il notevole spessore degli strati di roccia calcarea e la loro disposizione verticale; l’alternanza di queste formazioni montuose con suoli marnosi e cretacei molto erodibili; l’azione esercitata dagli agenti demolitori e dai corsi d’acqua che fa apparire le cime riunite in gruppi isolati. Ne è emblematico di ciò, il Gruppo del Sassolungo (m.3.181), dal caratteristico perimetro quasi circolare come fosse il  residuo di una più ampia massa rocciosa…

Come fosse il residuo di una più ampia massa rocciosa...

Info

più ampia massa rocciosa che si apre solo a nord-ovest verso l’Alpe di Siusi, come una naturale roccaforte di confine tra la Val Gardena e la Val di Fassa, con la sua nord annoverata fra delle grandi pareti delle Alpi con più di 1.000 metri di altezza e dalle vette raggiungibili solo per vie alpinistiche, anche con itinerari piacevoli e divertenti come quelli sul pollice e le Cinque dita.  Fa eccezione, essendo raggiungibile tramite la via ferrata Oskar Schuste, la Cima del Sassopiatto.

Catinaccio – Rosengarten

Per completare la stupefacente destra orografica della Val di Fassa, in piena zona 7 Unesco troviamo il Giardino delle Rose, così come i germanici chiamano il Gruppo del Catinaccio,

Il gruppo

Info

è collegato allo Sciliar attraverso la Forcella Terrarossa. Un insieme di forme vertiginose, slanciate che secondo le fasi della giornata assumono tonalità che vanno dal rosa, al rosso al violetto, le quali narrano il progressivo spostamento di un’isola di 240 milioni di anni fa verso il mare.

Torri del Vajolet

Il lato occidentale del Catinaccio raffigura una delle scogliere tropicali tuttora meglio conservate sono: nel sottogruppo del Larsec, al Catinaccio Centrale reso famoso dalle sue note Torri del Vajolet e alla Catena della Roda de Vael.

Conformazione nota

Info

Superfici frammentate, ricche di creste dentellate verso cime chiare di roccia calcarea e di dolomia. . Le torri aguzze, gli obelischi e le ampie pareti che rivestono maggior interesse per lo scalatore

Vie Sass Pordoi

Il lato occidentale del Catinaccio raffigura una delle scogliere tropicali tuttora meglio conservate sono: nel sottogruppo del Larsec, al Catinaccio Centrale reso famoso dalle sue note Torri del Vajolet e alla Catena della Roda de Vael.

Conformazione nota

Info

Superfici frammentate, ricche di creste dentellate verso cime chiare di roccia calcarea e di dolomia. . Le torri aguzze, gli obelischi e le ampie pareti che rivestono maggior interesse per lo scalatore

Vie in Marmolada

Il lato occidentale del Catinaccio raffigura una delle scogliere tropicali tuttora meglio conservate sono: nel sottogruppo del Larsec, al Catinaccio Centrale reso famoso dalle sue note Torri del Vajolet e alla Catena della Roda de Vael.

Conformazione nota

Info

Superfici frammentate, ricche di creste dentellate verso cime chiare di roccia calcarea e di dolomia. . Le torri aguzze, gli obelischi e le ampie pareti che rivestono maggior interesse per lo scalatore

Arrampicata